ULTIME NOTIZIE

Ogni carezza ha un significato diverso! Ecco le parti del corpo che gradisce di più!

Il cane ha un tipo di comunicazione che si basa attraverso diversi canali tra cui quello vocale, visivo corporeo e olfattivo. Di norma un cane ama dimostrare il proprio affetto con la presenza e quando viene troppo compresso, casomai tra le braccia del padrone, si potrebbe sentire minacciato. Tuttavia ci sono alcuni modi per poter accarezzarlo rendendolo felice.

Ogni carezza ha un significato in base alla parte del corpo in cui viene data. L’importante è di accarezzare il cane senza fissarlo negli occhi, in quanto si potrebbe rivelare un’aggressione. In alcuni casi, quando un cane richiede delle carezze, ciò significa un’attitudine di dominazione da parte sua perché deve essere sempre un’iniziativa del padrone. In questi casi, si potrà respingere il cane oppure dare un comando tipo “seduto” o “a terra”, per poi accarezzarlo, ma riprendendo il controllo sul cane. Anche quando il cane da la zampa al padrone, equivale ad una richiesta di affetto, ma se proviene dal cane, sarà ancora una situazione di dominazione. Per cui il padrone non si dovrebbe sottomettere alla richiesta. Al contrario se è il padrone a chiedere la zampa al cane, il rapporto sarà di nuovo equilibrato.

CAREZZE SULLA TESTA:

Accarezzando il cane sulla testa è come se un altro cane passasse la sua zampa. Si tratta di un segnale di dominazione con il quale si trasmette al cane il segnale che “si è il capobranco”. Questo gesto rassicura e fa piacere al cane che si sentirà protetto.
Lo stesso vale se si accarezza il cane sugli occhi o il garrese. Il cane potrà accettare la dominazione da parte del padrone, ma non per forza da estranei. Ecco perchè la carezza dovrebbe essere accompagnata da parole dolci con le quali si fa un complimento al cane, in modo da insegnare gentilmente ad un cane tendenzialmente dominante che non è lui che comanda.

CAREZZE SULLA SCHIENA:

Accarezzare il cane sulla schiena equivale nel linguaggio di fido a quando tra due esemplari, uno di loro posa le sue zampe sulla schiena dell’altro. Si tratta anche in questo caso di una carezza di dominazione ma meno autoritaria. Ovvero, significa che “il capo branco è di buon umore ed è disposto a passare qualche istante in compagnia”. Di norma quando il cane viene accarezzato sulla schiena, tende a scodinzolare.

CAREZZE SUL FIANCO:

Si tratta di un gesto con il quale entra in contatto con un simile; un gesto di riconoscenza che il cane interpreta come d’affetto da parte del padrone, che vedrà come un amico.

Di norma tutte le carezze nella parte superiore del corpo sono da collegare ad un significato di dominazione meno autoritaria e piuttosto “sorridente”.

Dando dei piccoli colpi al fianco, s’invita invece il cane a giocare. Ecco perché questo gesto non andrà mai fatto quando il cane è sotto lavoro, ma andrà fatto in un momento di relax e di dimostrazione di affetto.

CAREZZE SOTTO LA TESTA ALL’INIZIO DEL COLLO:

In questo caso si tratta di carezze di affetto che ricordano il comportamento della madre nei riguardi dei suoi cuccioli e il gioco tra cuccioli. Questo tipo di carezze esaltano il cane come se si stesse “ubriacando” con il latte materno: basta guardare la sua espressione, mentre inizierà a tendere il collo e a guardare il padrone in modo languido.

CAREZZE SUL PETTO:

Anche in questo caso si tratta di una carezza d’affetto, con la quale stare attenti in quanto da modo al cane di stare dritto e pertanto di non abbassarsi nel ruolo di sottomesso.  Una carezza che può rassicurare i cani insicuri e che può essere utilizzata nei cani equilibrati in fase del gioco, ma non nei cani aggressivi.

CAREZZE PARTE BASSA DEL PETTO:

Questo tipo di carezza può essere collegate al momento della monta. Per cui si rivela molto gradevole per il cane che avrà delle sensazioni di piacere tanto che inizierà a strizzare gli occhi e s’immobilizzerà del tutto affinché il padrone continui ad accarezzarlo…
In ogni modo, accarezzare questa parte potrebbe provocare uno stimolo sessuale nel cane che non dovrà essere in nessun modo rimproverato.

CAREZZE SOTTO AL VENTRE E NELLE PARTI BASSE DEL CORPO:

Non ci vuole molto per capire che si tratta di carezze che si possono fare solo su cani dolci e sottomessi che non necessitano di carezze di dominazione perché accettano a prescindere la loro condizione. In questo caso il padrone potrà solo che dedicarsi alle coccole più sfrenate in qualsiasi momento, sia quando il cane vuole essere ricompensato che per dimostrare il vostro affetto. Questo tipo di carezze sono apprezzare anche dai cani con un carattere più indipendente ma meglio non abusare in quanto il padrone in questo modo potrebbe perdere il suo ruolo di autorità.

CAREZZE CON LA PANCIA RIVOLTA VERSO L’ALTO:

Quando un cane si posiziona con la pancia verso l’alto o sul fianco con una o più zampe rialzate, aspettando di essere accarezzato, ciò significa che si sottomette totalmente e che chiede una ricompensa e non bisogna ignorarlo, ma fare al cane qualche grattino. Se assume questa posizione dopo essere stato sgridato si tratta di una reazione alla dominazione mentre se lo fa in modo spontaneo significa che vuole essere coccolato. Tuttavia accettando di accarezzarlo potrebbe ribaltare i ruoli, in quanto il padrone avrà obbedito al cane. Per cui conviene sempre dare un piccolo comando al cane prima di accarezzarlo. (Fonte)

SEGUICI SU FACEBOOK:

Lascia un commento:

commenti