ULTIME NOTIZIE

Parlamento: pensano a intascare rimborsi pubblici indisturbati.

Mentre la maggior parte dei cittadini sono in ferie… Vacanze a parte permettendo, in Parlamento si escogita un modo per continuare a prelevare indisturbati i RIMBORSI PUBBLICI I PARTITI… E lo fanno mentre le attenzioni degli Italiani sono calate e la maggior parte della popolazione pensa a godersi quei pochi giorni di ferie rimasti.

Sarà un caso che decidono di agire indisturbati in questo periodo particolare? Probabilmente no. Anche perché, non i tanti SERI problemi del paese, non è questa una priorità assoluta da anteporre a tutte le altre grane sa risolvere!!
Ma evidentemente per loro non è così ed hanno ben pensato di trattare tale argomento come qualcosa di primaria necessità.
C’è ben altro da trattare…Infatti la prima urgenza che impegnerà il Parlamento italiano non sarà la riforma del Senato ma “come continuare a beneficiare dei rimborsi pubblici ai partiti”, evitando dunque che il capitale destinato al rimborso politico, resti bloccato come invece era stato deciso in precedenza! Furbi no?
La nuova norma, infatti, prevedeva una VERIFICA DEI CONTI dei Patiti. In seguito al superamento di tale controllo sarebbero state elargite le determinate somme di denaro.(Ovviamente non oltre il 2017, anno in cui si sarebbero completamente stati azzerati i rimborsi).
Ma le pensano tutte e cercano sempre il modo per aggirare la legge e godere di privilegi in un modo o nell’altro. La Commissione ha comunicato lo scorso 30 giugno di non aver mai potuto svolgere una seduta per carenza di “mezzi strumentali e personale”.

Dunque non è mai stata presa una decisione definitiva in merito a questo argomento… Sarà forse che a loro non è mai interessato raggiungere un accordo vero e proprio?
Forse facevano comodo quei soldi, dunque per quale motivo abolirli?

Come ha sostenuto Riccardo Fraccaro del M5s:
“Si tratta di un vero e proprio condono di bilancio per i partiti che in questo modo potranno ricevere INDISTURBATI la rata di rimborso riferita all’anno 2014. Tutto questo sarà permesso senza alcuna verifica dei relativi bilanci. Auto-condonandosi qualsiasi irregolarità compiuta nel 2014 senza il controllo dei relativi bilanci”.

Questo lascia denotare una disparità ormai marcata tra i diritti e i doveri del politico e i diritti e doveri del cittadino.
Là dove per noi esistono solo divieti e doveri da assolvere… Per loro si parla solo di diritti e privilegi di cui usufruire.
A noi viene solamente chiesto di dare e sacrificarsi per la patria…
Ma loro no!

Riferimento: liberoquotidiano.it

SEGUICI SU FACEBOOK:

Lascia un commento:

commenti