ULTIME NOTIZIE

SIRIA: 2 mila terroristi in fuga dalla città, Homs è libera.

La città di Homs, in Siria, situata a metà strada tra la capitale Damasco ed Aleppo, è stata definitivamente liberata nella giornata di oggi. Popolata di 800 mila abitanti prima di questo conflitto che ormai perdura da quasi cinque anni, è abitata ormai soltanto da 75 mila persone.

A seguito di un accordo stipulato il 1 dicembre tra le forze governative di Assad e i “ribelli” affiliati ad AlQaeda/AlNusra e al Free Syrian Army, oggi 2 mila terroristi hanno lasciato l’ultimo quartiere che l’Esercito Arabo Siriano non era riuscito ancora a strappare alle loro mani (AlWa’er). E’ partito un convoglio di 14 pullman, sotto la scorta delle Nazioni Unite e con la mediazione dell’inviato speciale ONU Staffan De Mistura. Gli oppositori saranno condotti a Idlib, cittadina roccaforte dei gruppi terroristi, e Homs ricomincerà a vivere.

Dalle prime immagini che arrivano dalla distrutta città di Homs sembra che gli abitanti comincino a riprendere il ritmo di una vita normale, di lavoro, scuola, e quotidianità. L’ultimo quartiere che era rimasto in mano ai “ribelli” è stato definitivamente evacuato e Homs è tornata sotto il controllo del legittimo governo siriano.

La liberazione di Homs è carica di un forte significato in quanto questa città fu una delle prime a cadere nelle mani dei terroristi all’inizio del conflitto. Il morale del popolo siriano aumenta e il legittimo governo di Assad gioca le sue carte migliori per liberare i centri nevralgici della Nazione. (fonte)

Quindi l’intervento russo sta arrestando quello che era un attacco alla democrazia, prima Siriana e poi mondiale. Ringraziamo il Presidente Putin per aver condotto il mondo verso una rotta che preservi l’ordinamento attuale del mondo.

SEGUICI SU FACEBOOK:

Lascia un commento:

commenti