ULTIME NOTIZIE

Canone Rai: ecco la sorpresa a Gennaio 2016 che nessuno si aspettava! (Fate girare, fatelo sapere!)

917
Condivisioni Totali

L’annuncio del presidente del Consiglio, Matteo Renzi, di voler inserire il canone Rai nella bolletta Enel aveva dato vita a diverse polemiche, con le prese di posizione contrarie di Chicco Testa, presidente di Assoelettrica, e del Codacons.

Niente rate, ma un’unica soluzione a gennaio: questa l’ultima ipotesi, contenuta nella legge di stabilità, rispetto alla decisione del governo di introdurre il canone Rai direttamente in bolletta. L’importo sarà di 100 euro e non di 113, come inizialmente previsto, ma la cattiva notizia è che non ci sarà la possibilità di rateizzarlo. Secondo le prime ipotesi, infatti, l’importo sarebbe dovuto essere “spalmato” in sei rate del valore di circa 17 euro ognuna. In ogni caso, il canone Rai in bolletta diventerà comunque realtà da gennaio, per un gettito previsto per l’erario di circa 2,5 miliardi di euro.

Nel frattempo, rispetto alle ipotesi fatte in un primo momento, il sottosegretario Antonello Giacomelli a ’24 Mattino’ ha chiarito in maniera definitiva chi dovrà pagare il canone e chi ne sarà esente: “Rimane l’impianto della normativa in vigore. E’ il possesso di un televisore o di una radio il requisito per il pagamento del canone, non degli altri device. Nella norma abbiamo solo aggiunto una presunzione del possesso del televisore che è il contratto di fornitura elettrica”.

Giacomelli ha poi precisato che non sono esclusi cambiamenti in futuro: “Vedremo. La questione è che secondo i dati Istat il 97% degli italiani possiede un televisore. Eppure questo non emerge dai dati sul pagamento del canone, ma sulle sanzioni deciderà il Parlamento. Chi dichiara il falso commette un reato”. L’annuncio del presidente del Consiglio, Matteo Renzi, di voler inserire il canone Rai nella bolletta Enel aveva dato vita a diverse polemiche, con le prese di posizione contrarie di Chicco Testa, presidente di Assoelettrica, e del Codacons.

Contro il canone in bolletta si era schierato anche il leader della Lega Nord, Matteo Salvini, al quale aveva replicato proprio Renzi, con un post su Facebook: “Se tutti fanno come Salvini (che afferma orgoglioso di non pagare, visto che notoriamente lui con la tv ha pochi rapporti), va a finire che gli onesti pagano di più. Pagare tutti, pagare meno: è un grande principio di onestà e di etica. Io ci credo e non mi rassegno all’Italia di chi si crede più furbo e non rispetta la regole”. (Fonte)

917
Condivisioni Totali

Lascia il tuo commento:

commenti