ULTIME NOTIZIE

Manda sms al figlio morto perché gli mancava: un giorno le arriva una risposta!

81
Condivisioni Totali

Ha dovuto dire addio al figlio 21enne: la più grande tragedia che possa colpire un genitore; eppure, in mezzo a tanto dolore, ha trovato, grazie anche ad un intervento ‘speciale’, il coraggio di andare avanti.

E’ la storia Carole Adler, una mamma single americana e di Taylor Thyfault, suo figlio deceduto mentre compiva il suo dovere di poliziotto. Tra i due c’è sempre stato un rapporto speciale; la donna lo aveva sempre supportato nel suo percorso nell’accademia di Polizia nello stato del Colorado.

Ogni giorno i due si scambiano affettuosi messaggi di sostegno reciproco fino a quel maledetto 23 marzo 2015. Il 21enne è morto mentre era in servizio sulla Colorado Higway 66 travolto da un veicolo in fuga; prima di esalare l’ultimo respiro, Taylor è riuscito ad avvisare l’autista di un camion di spostarsi dalla carreggiata, salvandogli così la vita

Dopo la tragedia di Taylor, Carole ha cominciato a sentire la mancanza del loro scambio di messaggi quotidiano e così ha ripreso a mandare sms al numero del figlio. Ovviamente senza ottenere risposta alcuna ma con la consapevolezza che, il semplice scrivere l’ aiutava a sentirsi meglio.

Un giorno però la donna  ha ricevuto una messaggio dal numero del figlio: niente di sovrannaturale; il numero di telefono di Taylor era stato riassegnato al Sergente Kell Hulsey del Dipartimento di Polizia di Greeley.

L’uomo inizialmente ha evitato di rispondere ai messaggi della mamma per non ferirla, ma poi ha pensato che fosse giusto farle sapere che le sue parole non stavano raggiungendo la persona desiderata. Un incontro causale quanto speciale: il Sergente, che incarnava i sogni di Tylor, è diventato una presenza preziosissima nella vita di Carol; una figura che le ha permesso finalmente di elaborare il lutto. (Fonte)

81
Condivisioni Totali

Lascia il tuo commento:

commenti